che cosa si può imparare da un tachimetro

Il forum di Base5, dove è possibile postare problemi, quiz, indovinelli, rompicapo, enigmi e quant'altro riguardi la matematica ricreativa e oltre.

Moderatori: Gianfranco, Bruno

Rispondi
delfo52
Livello 9
Livello 9
Messaggi: 1486
Iscritto il: mer mag 25, 2005 4:19 pm
Località: bologna

che cosa si può imparare da un tachimetro

Messaggio da delfo52 »

Riflessione semiseria. Innanzitutto ho scritto tachimetro, ma in realtà mi riferisco a quelle diavolerie computerizzate che, in macchina, ci dicono istante per istante, oltre alla velocità, la distanza percorsa, la velocità media, i chilometri restanti prima di restare a secco… Uno dei dati più interessanti è quello del consumo: consumo medio e consumo istantaneo. Per chi deve insegnare concetti come media, mediana, e altre diavolerie statistiche, si tratta di un esempio familiare per i giovani di oggi. Ho notato che si tratta di un caso in cui il valore medio non emerge da una distribuzione Gaussiana, ma grossomodo bimodale, pur con molte "impurità". Il computer della mia nuova auto è molto sensibile e preciso (i progressi rispetto a 4-5 anni fa sono notevoli). Dopo poche centinaia di chilometri il dato "Km/l" è stabilizzato su 16.
Ma se guardo il cursore che indica il consumo istantaneo, non è quasi mai nemmeno vicino a questo numero. Quando parto o quando accelero anche di poco, il valore precipita a 8-6 e anche meno se il piede spinge; quando sono in velocità di crociera con poco traffico, sto ampiamente sopra i 25-30
Enrico

Rispondi