Pagina 1 di 1

Tracce di sci alquanto misteriose

Inviato: mer mag 29, 2019 3:39 pm
da Gianfranco
Il post di Pietro sul barometro mi ha fatto venire la nostalgia, perciò mi sono messo a sfogliare i vecchi numeri di Le Scienze dove Martin Gardner teneva la rubrica di Giochi matematici.
Oggi vi propongo questo (Le Scienze, 1973 n.56)
Gardner dice:
Le vignette senza parole si basano spesso su situazioni fisicamente impossibili, o che rappresentano un'offesa alla logica.
---
Pressappoco lo stesso genere di assurdità sta alla base di una famosa vignetta, pubblicata da Charles Addams sul New Yorker, in cui si vede una sciatrice che fila giu per una discesa; dietro di lei, le tracce parallele lasciate dai suoi sci vanno in direzione di un grosso albero, passano attorno ai due lati del tronco e subito dopo ridiventano parallele.
sciatore_C_Addams.jpg
sciatore_C_Addams.jpg (43.68 KiB) Visto 265 volte
Immaginiamo di non vedere la sciatrice ma soltanto le tracce degli sci...
sciatore_C_Addams2.jpg
sciatore_C_Addams2.jpg (42.4 KiB) Visto 265 volte
Supponiamo che vi imbattiate in un paio di tracce del genere su un pendio nevoso, e che le vediate passare ai Iati di un albero esattamente come nella vignetta di Addams. Diamo per scontato che siano effettivamente tracce di sci: riuscite a immaginare almeno sei spiegazioni che siano fisicamente possibili?

Re: Tracce di sci alquanto misteriose

Inviato: mer mag 29, 2019 9:50 pm
da delfo52
l'albero è un gonfiabile leggerissimo soltanto appoggiato e spostabile.
L'albero è sbocciato improvvisamente da un seme magico pochi secondi fa
lo sciatore ha scarponi telescopici allungabili che possono elevarlo fino a passare sopra l'albero
L'albero non esiste ma è un ologramma

Re: Tracce di sci alquanto misteriose

Inviato: mer mag 29, 2019 9:50 pm
da delfo52
l'albero è un gonfiabile leggerissimo soltanto appoggiato e spostabile.
L'albero è sbocciato improvvisamente da un seme magico pochi secondi fa
lo sciatore ha scarponi telescopici allungabili che possono elevarlo fino a passare sopra l'albero
L'albero non esiste ma è un ologramma

Re: Tracce di sci alquanto misteriose

Inviato: gio mag 30, 2019 6:03 am
da franco
Sono le tracce di due persone col monosci
Sono le tracce di due sci che scivolano senza nessuno sopra

Re: Tracce di sci alquanto misteriose

Inviato: gio mag 30, 2019 10:43 am
da Gianfranco
Enrico ha scritto:
Lo sciatore ha scarponi telescopici allungabili che possono elevarlo fino a passare sopra l'albero
A questo proposito, c'è un'altra vignetta di Addams alla quale si può applicare la tua risposta.
Addams_sci_2.jpg
Addams_sci_2.jpg (35.54 KiB) Visto 242 volte
Ma nella vignetta c'è qualcosa che non va.
Il disegno è dedicato a Sam Marcus, un fan di Addams.

Franco ha scritto
Sono le tracce di due persone col monosci
Anche in questo caso esiste una vignetta esplicativa. Non sono riuscito a individuare l'autore.
Addams_sci_3.jpg
Addams_sci_3.jpg (29.63 KiB) Visto 242 volte
P.S. La vignetta di Charles Addams con gli sci attorno all'albero è stata pubblicata su: The New Yorker, January 13, 1940, page 13.

Re: Tracce di sci alquanto misteriose

Inviato: ven mag 31, 2019 1:10 am
da Pasquale
Sono sci a vela radiocomandati, opppure trainati da un elicottero, oppure sono tracce di animali striscianti, o trattasi di un miraggio,o di uno scherzo architettato, oppure trattasi di un dipinto riprodotto su cartolina per saluti dalla montagna (chiaramente firmato dall'autore).
Volendo, con una canna da pesca con mulinello, qualcosa si potrebbe fare per generare una traccia alla volta (lancio e successivo riavvolgimento).

Re: Tracce di sci alquanto misteriose

Inviato: sab giu 01, 2019 1:06 pm
da Gianfranco
Pasquale, grazie per le soluzioni divergenti. Lo sci a vela radiocomandato è davvero originale.

Direi che avete centrato le soluzioni di Gardner, con qualche variante.
Ecco le soluzioni pubblicate sul numero 56 di Le Scienze - (italiano)
1) Lo sciatore si è appoggiato all'albero. Mantenendo uno sci fermo ha ruotato accuratamente l'altro sci attorno all'albero; ritornato nella posizione iniziale, ha sollevato il piede utilizzato, su un solo sci è passato dall'altra parte dell'albero, ha riposato lo sci sulla traccia lasciata in precedenza e ha ripreso la discesa.
2) Lo sciatore si è spiaccicato contro l'albero mentre gli sci hanno proseguito la corsa.
3) Gli sciatori erano due, ciascuno con un solo sci.
4) Un solo sciatore ha percorso la discesa due volte, ogni volta con un solo sci.
5) Uno sciatore ha percorso una discesa senza alberi allargando una sola volta gli sci. In quel punto è stato posto subito dopo un albero senza radici.
6) Si trattava di uno sciatore con gambe abbastanza lunghe e larghe da passare sopra l'albero.

P.S. Ultimamente sto ripassando un po' di topologia e l'umorismo di questo problema è di tipo topologico.

Re: Tracce di sci alquanto misteriose

Inviato: dom giu 02, 2019 3:17 am
da infinito
Non avevo visto le risposte di Gardner, che in parte ricalco (lo dico ora, dopo aver già scritto quello che segue).


Dal punto di vista “matematico” (megli: “topologico”) si può passare sopra l’albero, ma anche sotto la Terra, ma effettivamente nella pratica non credo sia minimamente possinbile.


Se si vedono le tracce, ma non si dice niente dello sciatore, potrebbe sempliecemente avere le agmbe abbastanza lunghe ed essere seduto sulla neve con forti dolori “all’attaccatura delle gambe”, ed aver lasciato due tracce di sci paralleli soloi per 1 metro.


Ma la compenetrazione dei corpi non si può tirare in ballo nemmeno questa volta? Cioè: «Lo sciatore è passato arrtaverso l’albero.» Visto che la luce lo fa regolarmente con il vetro, non vedo che male ci sia se per una volta lo fa anche lo sciatore con l’albero!


Scarponi non stretti bene: arrivato all’albero lo sciatore ritira un piede, ma lo sci resta in terra con sopra lo scarpone, e lo sciatore ci rimette il piede con “nonchalance”.


L’uomo è un “pupazzo di ghiaccio”. È noto, infatti, che si può far passare un filo di acciaio attraverso un blocco di ghiaccio, perché la pressione con cui il filo preme sul ghiaccio può farlko sciogliere, così che il ghiaccio sciolto (acqua) passi dietro il filo, per poi risolidificarsi, permetendo al filo di procedere, attraversando il blocco senza mai averlo staccato in due parti.
Così ha fatto il pupazzo di ghiaccio con l’albero.


Lo sciatore ha gli sci molto lunghi, così arrivato all’albero e avendoci battuto contro, ha sfilato lo sci e lo ha rimesso dall’altra parte. Ma poiché gli sci non sono “punti”, ma hanno una lunghezza, lo sci riposizionato ha unito le tue parti di tracce, come se fossero state lasciate da uno schi che non le ha mai lasciate.

Re: Tracce di sci alquanto misteriose

Inviato: dom giu 02, 2019 11:04 pm
da Pasquale
Eliminata, perché fuori posto, come notato qui di seguito da Gianfranco, che ringrazio.
In effetti, grazie al rinco...., dovuto anche all'età che avanza e che colpisce senza pietà, entrando in questa discussione , credevo di trovarmi nell'altra, ove l'avevo già postata, e non vedendola credevo che non fosse andata in porto la trasmissione.
Dunque, cancello questa e aggiorno leggermente la comica dell'altra. :?

Re: Tracce di sci alquanto misteriose

Inviato: lun giu 03, 2019 7:13 am
da Gianfranco
Pasquale ha scritto:
dom giu 02, 2019 11:04 pm
Con il metro incluso nel baro-metro (leggasi fettuccia metrica),misuro l'altezza del primo piano e la moltiplico per il numero di piani. :oops:
Ciao Pasquale :lol: , forse questa risposta va spostata nella discussione sul barometro.