Spaghetti...

Il forum di Base5, dove è possibile postare problemi, quiz, indovinelli, rompicapo, enigmi e quant'altro riguardi la matematica ricreativa e oltre.

Moderatori: Gianfranco, Bruno

Rispondi
panurgo
Livello 8
Livello 8
Messaggi: 1171
Iscritto il: sab nov 19, 2005 3:45 pm
Località: Padova

Spaghetti...

Messaggio da panurgo » lun gen 09, 2006 9:01 am

Questo intervento dovrebbe essere inserito nel topic "spaghetti e triangoli"

Quando dicevo che la selezione di due numeri casuali da una distribuzione uniforme non mi sembrava un buon modello per la rottura di uno spaghetto non immaginavo certo che le cose fossero così complesse: http://www.lmm.jussieu.fr/spaghetti/index.html e http://www.math.psu.edu/belmonte/spaghetti.html
il panurgo

Principio di Relatività: {\bb m} \not \right {\bb M} \ \Longleftrightarrow \ {\bb M} \not \right {\bb m}
"Se la montagna non va a Maometto, Maometto NON va alla montagna"

0-§
Livello 6
Livello 6
Messaggi: 454
Iscritto il: ven nov 18, 2005 10:33 pm
Località: Bologna

Messaggio da 0-§ » sab gen 14, 2006 10:49 pm

Stando a quanto leggo sul numero del mese di Le Scienze,spaccare spaghetti non é di sicuro un lavoro semplice come sembra.Un articolo(comprate la rivista,questo numero é davvero interessante) parlava di uno studio su "perche gli spaghetti piegati si rompono non in due parti come ci si aspetterebbe,ma in tre e più".Ora,evitando le prime considerazioni su quanto tempo da perdere abbiano matematici e fisici per dedicarsi a simili studi,debbo dire che si tratta di un argomento interessante,per quanto ristretto.Pare che anche certo Feynman(sì,proprio lui) passasse molto tempo a spezzare spaghetti,specialmente in condizioni particolari,ad esempio sott'acqua(anche Feynman aveva tempo da perdere o si tratta di turbe gravi?)per studiare il problema.Ora,grazie ad un frangispaghetti meccanico(o forse a mano,ma potrebbe alterare i risultati) e ad una fotocamera ad alta velocità,un pool di scienziati americani(avevate dubbi?)ha spiegato questo mistero.
In pratica,quando lo spaghetto si rompe,chiaramente si forma una vibrazione nelle due metà.Ma questa vibrazione possiede un'energia insospettabilmente alta,tale a volte da rompere una delle due metà di spaghetto.E questa nuova rottura provoca un'altra vibrazione,che può creare anch'essa un'altra frattura e così via,a seconda di quanto é lungo lo spaghetto(voglio procurarmi spaghetti di almeno un paio di metri per provare personalmente) e di quanta energia si versa nella rottura.
Pare che poi gli scienziati curiosi,chiamiamoli così, si siano dati agli spaghetti cotti o meglio scotti,per studiare le rotture di materiali non rigidi ma nemmeno elastici: qui hanno dimostrato che effettivamente uno spaghetto annodatosi rompe con molta più facilità di uno sciolto.E dopo la matematica,arriva anche la fisica di La Palice...
Provate a casa se volete,ma poi non usateli per la pasta se siete dei veri gourmet:pare che non si debbano giammai ropmpere gli spaghetti prima di buttarli nella pentola.Beh,potreste sempre romperli a mano mentre si cuociono... :twisted:
E a sproposito di tempo da perdere,sembra che in realtà questa scoperta possa produrre importanti risultati in molti campi,ad esempio su come si rompono i ponti o altre forme di sbarre rigide.Spero che 'sto studio serva davvero a qualcosa e non finisca,come tanti altri,"in fondo al laboratorio a sinistra"...
Ciao!
Lo scopo principale di una dichiarazione DATA è quello di dare dei nomi alle costanti; anziché inserire ogni volta 3.141592653589793 come valore di \pi, con una dichiarazione DATA si può assegnare tale valore alla variabile PI che può essere poi usata per indicare la costante. Ciò rende anche più semplice modificare il programma, qualora il valore di \pi dovesse cambiare.

-Da un vecchio manuale FORTRAN della Xerox

panurgo
Livello 8
Livello 8
Messaggi: 1171
Iscritto il: sab nov 19, 2005 3:45 pm
Località: Padova

Re: Spaghetti...

Messaggio da panurgo » dom gen 15, 2006 7:05 am

panurgo ha scritto:Quando dicevo che la selezione di due numeri casuali da una distribuzione uniforme non mi sembrava un buon modello per la rottura di uno spaghetto non immaginavo certo che le cose fossero così complesse: http://www.lmm.jussieu.fr/spaghetti/index.html e http://www.math.psu.edu/belmonte/spaghetti.html
Egregio 0-§, hai seguito il primo link?
il panurgo

Principio di Relatività: {\bb m} \not \right {\bb M} \ \Longleftrightarrow \ {\bb M} \not \right {\bb m}
"Se la montagna non va a Maometto, Maometto NON va alla montagna"

0-§
Livello 6
Livello 6
Messaggi: 454
Iscritto il: ven nov 18, 2005 10:33 pm
Località: Bologna

Messaggio da 0-§ » dom gen 15, 2006 10:57 am

Sì.E ,non avevo capito niente di quanto c'era scritto e,nel tentativo di osservare i filmati,avevo anche mandato in palla il mio computer.Poi l'articolo di "Le Scienze" mi ha fatto venire in mente il tuo topic,siccché ho postato un breve sunto,essendomi già dimenticato del contenuto dei link(io avevo pensato a problemi su quanto fosse realmente casuale la rottura in tre parti di un segmento e non di uno spaghetto reale).
Che dire?
:oops:
Beh,spero che il mio messaggio non sia stato così inutile...
Ancora scusa,Pan...
Ciao!
Lo scopo principale di una dichiarazione DATA è quello di dare dei nomi alle costanti; anziché inserire ogni volta 3.141592653589793 come valore di \pi, con una dichiarazione DATA si può assegnare tale valore alla variabile PI che può essere poi usata per indicare la costante. Ciò rende anche più semplice modificare il programma, qualora il valore di \pi dovesse cambiare.

-Da un vecchio manuale FORTRAN della Xerox

Pasquale
Livello 11
Livello 11
Messaggi: 2355
Iscritto il: mer mag 25, 2005 1:14 am

Messaggio da Pasquale » mer gen 18, 2006 3:27 pm

.....quindi mi son detto: "famme provà!" e ho provato.
Dopo un consistente numero di spaghetti, che si spezzavano sempre in 2 sole parti, ho accelerato la manovra di piegamento, con il risultato che è arrivata mia moglie e mi ha menato ...... però i pezzi erano più di due (anche i miei).
_________________

\text {     }ciao Immagine ciao
E' la somma che fa il totale (Totò)

Pasquale
Livello 11
Livello 11
Messaggi: 2355
Iscritto il: mer mag 25, 2005 1:14 am

Messaggio da Pasquale » mer gen 18, 2006 3:28 pm

.....quindi mi son detto: "famme provà!" e ho provato.
Dopo un consistente numero di spaghetti, che si spezzavano sempre in 2 sole parti, ho accelerato la manovra di piegamento, con il risultato che è arrivata mia moglie e mi ha menato ...... però i pezzi erano più di due (anche i miei).
_________________

\text {     }ciao Immagine ciao
E' la somma che fa il totale (Totò)

Rispondi