IPE (The Ipe extensible drawing editor)

Materiale multimediale vario, raccolto nel tempo:
link a dispense, slides, documenti , lista software, libri, etc.

Moderatori: Gianfranco, Bruno

Rispondi
Gianfranco
Supervisore del sito
Supervisore del sito
Messaggi: 962
Iscritto il: ven mag 20, 2005 8:51 pm
Località: Sestri Levante
Contatta:

IPE (The Ipe extensible drawing editor)

Messaggio da Gianfranco » lun lug 29, 2013 10:19 pm

Ripeto qui un mio post precedente perché mi sembra giusto dare importanza a un programma di grafica vettoriale utile e intelligente.
Si tratta di IPE (The Ipe extensible drawing editor), di Otfried Cheong (http://otfried-cheong.appspot.com/index.html).
Ha bisogno di un breve ma non brevissimo periodo di apprendimento per capirne la logica e le funzioni ma alla fine permette di ottenere facilmente buoni risultati.
Quali sono i suoi punti di forza, che lo distinguono da programmi analoghi, come per esempio il Draw di OpenOffice?
1) Lo snap che può essere impostato su linee, vertici, incroci e naturalmente sulla griglia quadrata.
2) Tutte le funzioni di base dei programmi di disegno vettoriale e qualcuna in più, mirata alla geometria come in GeoGebra ma in modo non dinamico.
3) La precisione molto alta dei disegni, mantenuta anche dopo riduzioni, ingrandimenti, rotazioni.
Offre inoltre la possibilità di:
4) inserire testi e formule usando il LaTeX;
5) scrivere un preambolo LaTeX per impostare per esempio il tipo di carattere;
6) lavorare su più livelli, chiamati layers;
7) salvare i disegni in formato pdf, ipe, xml, eps e di aprire tutti questi formati;
8) salvare separatamente ciascuno dei livelli;
9) modificare un sacco di parametri semplicemente scrivendo un file di testo.
Inoltre è free e open source.
Personalmente lo uso molto per lavori di precisione e non mi ha mai dato problemi.
Il sito ufficiale è: http://ipe7.sourceforge.net/
theipe.png
The IPE in azione (su un file PDF!).
theipe.png (35.34 KiB) Visto 2501 volte
NOTA.
Proprio in questi giorni è uscita la versione 7.1.4 per Windows dopo circa 2 anni di attesa. Gli aggiornamenti per Linux sono invece più frequenti.
Pace e bene a tutti.
Gianfranco

Rispondi