Giorgio Dendi a Superbrain

Il forum di Base5, dove è possibile postare problemi, quiz, indovinelli, rompicapo, enigmi e quant'altro riguardi la matematica ricreativa e oltre.

Moderatori: Gianfranco, Bruno

Ivana
Livello 7
Livello 7
Messaggi: 794
Iscritto il: dom nov 20, 2005 10:47 am
Contatta:

Giorgio Dendi a Superbrain

Messaggio da Ivana » sab nov 30, 2013 10:49 am

Segnalo che Giorgio Dendi sarà a Superbrain il 14 dicembre 2013 alle ore 21.00
Se ci sarà possibile (salute, o altro, permettendo!!!), credo che lo guarderemo tutti/e molto volentieri! :D
Immagine
"L'essenza della matematica è la libertà" (Georg Cantor)

Ivana
Livello 7
Livello 7
Messaggi: 794
Iscritto il: dom nov 20, 2005 10:47 am
Contatta:

Re: Giorgio Dendi a Superbrain

Messaggio da Ivana » sab nov 30, 2013 5:40 pm

Precisazione: Superbrain su RAI 1
Immagine
"L'essenza della matematica è la libertà" (Georg Cantor)

Ivana
Livello 7
Livello 7
Messaggi: 794
Iscritto il: dom nov 20, 2005 10:47 am
Contatta:

Re: Giorgio Dendi a Superbrain

Messaggio da Ivana » dom dic 15, 2013 10:06 am

Complimenti a Giorgio, per il secondo posto in classifica!!!
Immaginavo che, nella sua prova, avrebbero aggiunto dei “distrattori”, ma avevo in mente che sarebbero state introdotte musica e ballerine spettacolari, invece…mi sembra che solo Giorgio sia stato messo sotto un vero e proprio stress fisico ed emotivo, per creargli difficoltà nella sua capacità di concentrazione e di calcolo…
BRAVISSIMO, GIORGIO, per essere riuscito a mantenere, comunque, la simpatia, il sorriso e la necessaria concentrazione!
Inoltre, credo che sarebbe stato equo che i minorenni gareggiassero inter se e, quindi, che venissero create almeno due distinte categorie di partecipanti (minorenni e maggiorenni) :D
Per chi non avesse potuto seguire il programma, segnalo, al seguente link, il video relativo :
http://www.rai.tv/dl/replaytv/replaytv. ... 12-14&vc=1
Immagine
"L'essenza della matematica è la libertà" (Georg Cantor)

Gianfranco
Supervisore del sito
Supervisore del sito
Messaggi: 978
Iscritto il: ven mag 20, 2005 8:51 pm
Località: Sestri Levante
Contatta:

Re: Giorgio Dendi a Superbrain

Messaggio da Gianfranco » dom dic 15, 2013 10:54 pm

Grazie Ivana,
condivido il tuo commento assieme a tutti quelli che ieri hanno fatto il tifo per Giorgio.
L'ho pubblicato anche nel sito.
Pace e bene a tutti.
Gianfranco

Massimo
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 170
Iscritto il: gio ott 05, 2006 8:00 pm

Re: Giorgio Dendi a Superbrain

Messaggio da Massimo » dom dic 15, 2013 11:07 pm

qual è il trucco?
uno più uno non fa sempre due

Ivana
Livello 7
Livello 7
Messaggi: 794
Iscritto il: dom nov 20, 2005 10:47 am
Contatta:

Re: Giorgio Dendi a Superbrain

Messaggio da Ivana » lun dic 16, 2013 3:59 pm

Grazie a te, Gianfranco!

Per Massimo
Esprimo il mio punto di vista riguardo a ciò che tu chiami “trucco” e mi piacerebbe che anche gli altri esprimessero il loro…
Credo (e ripeto che si tratta di una mia opinione!) che per un atleta della matematica siano necessarie le seguenti caratteristiche per giungere ad acquisire conoscenze, abilità e competenza nell’attività ludico-matematica sportiva:
1) uno stile cognitivo che sappia sfruttare al massimo una predisposizione innata al calcolo mentale rapido;
2) una passione specifica per ricercare, in ambito numerico, le regolarità da poter utilizzare, velocemente, durante le gare;
3) una ricerca di strategie specifiche di calcolo, sfruttando proprietà che possono essere scoperte e interiorizzate;
4) un'eccellente capacità di memorizzare a lungo termine;
5) uno spirito agonistico leale, per valorizzare le proprie capacità (accrescendo la propria autostima), cercando sia di migliorare le proprie prestazioni sia di scoprire i propri limiti;
6) un allenamento mentale costante; ritengo che ogni prestazione matematico-sportiva dipenda da esercitazioni continue ed eseguite con piacere e divertimento.

Mi ha stupito che il neurologo Marcello Marchetti abbia affermato: “Mi sono iscritto a medicina perché mi piacevano le materie scientifiche, ma capivo veramente poco di matematica”. È stata un’affermazione di compiacenza, per esigenze di spettacolo? Per solidarizzare con la presentatrice? Credo che le neuroscienze studino, anche in modo approfondito, i processi cognitivi riguardo all’apprendimento della matematica…
Che cosa ne pensate? In particolare, che cosa ne pensa Enrico?
Immagine
"L'essenza della matematica è la libertà" (Georg Cantor)

marcokrt
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 64
Iscritto il: dom lug 21, 2013 12:18 am

Re: Giorgio Dendi a Superbrain

Messaggio da marcokrt » mar dic 17, 2013 1:11 am

Mi è capitato di vedere il finale del programma "per sbaglio" (tentavo di risintonizzare i canali) e devo dire che alcune cose del format non mi sono troppo piaciute. Poi ho visto la prova di Giorgio (che non sapevo essere un frequentatore del forum) e mi sono divertito: bravissimo sul serio! Avendo anche scritto un libricino sulle potenze, non potevo non appassionarmi... più che altro mi ha stupito la notevole simpatia, che non sempre contraddistingue i matematici.
Complimenti davvero :mrgreen:

Pasquale
Livello 11
Livello 11
Messaggi: 2351
Iscritto il: mer mag 25, 2005 1:14 am

Re: Giorgio Dendi a Superbrain

Messaggio da Pasquale » mar dic 17, 2013 5:49 am

Io ho visto tutta la trasmisione. In realtà, quando ci sono i bambini si finisce per privilegiarli, perché l'istinto, anche in un naufragio porta a salvare più un bambino che un vecchio. La capacità principale ed eccezionale di tutti i partecipanti era soprattutto la memoria, a parte il primo che mostrava un'abilità visiva e l'ultimo (Dendi), dotato di abilità nel calcolo, dovuta allo studio nel tempo delle strutture numeriche ed all'escogitazione di strategie per ottenere certi risultati, oltre la velocità di applicazione, la memoria, la concentrazione e quant'altro. Quello che l'ha fregato è stata la valutazione di chi ha votato sul fatto che il bambino era un bambino che per giunta non aveva commesso alcun errore, mentre Giorgio ne aveva commesso uno proprio poco prima del voto; a questo aggiungi che chi vota non sa fare quello che fa Dendi e quindi non lo capisce a fondo, può scambiarlo per un gioco di prestigio o qualcosa d'altro, apprezzandolo meno.
Poi, nessuno sa quando c'è una votazione, come avviene il conteggio, come viene controllato e comunque questa fase al pubblico che sta a casa non la fanno vedere, capire o controllare.
Quello che interessa è lo spettacolo, che in fondo non era un granché e che si è cercato di movimentarlo con le battutine della D'Elia.
La cosa che più mi dà fastidio in questo tipo di spettacolo è il comportamento del presentatore che non sta mai zitto, perché lo spettacolo vuole farlo lui o lei che sia, o perché lo vuole il copione.
Questo avviene ormai in qualsiasi trasmissione di qualsiasi natura, più o meno seria, dove il conduttore decide chi deve parlare, cosa deve dire e se non risponde alle sue idee, interrompe, parla sopra, lancia la pubblicità e via dicendo.
Noi stiamo lì a fare il tifo, ma ormai è tutta una sceneggiata.
Da un punto di vista spettacolare m'è piaciuta di più la ragazza nel gioco con le moto.

Detto questo, propongo di tentare quanto ha fatto Giorgio Dendi, cercando il procedimento per l'estrazione di una radice ennesima fra x e y; mi pare che lì fosse fra radice quarta e radice nona.

Mi pare evidente che chi ha partecipato abbia dovuto prima dichiarare cosa sarebbe stato in grado di fare, per cui dobbiamo cercare la trategia per calcolare la radice di un numero grande tanto quanto necessario, affinché dia un risultato di 2 cifre.
Durante la trasmissione sono capitate due radici none ed una quarta, mi pare, e Giorgio ha sbagliato quella teoricamente più facile, forse per la fretta.
Una delle basi della potenza da cui estrarre la radice nona era 81 e qui ho subito calcolato che l'ulima cifra era 1.
Il numero che veniva detto, quello da cui estrarre la radice, veniva dato evidenziato a tre cifre alla volta (es: aaa.bbb.ccc.00d.eee.0ff.ggg.....) e questo sarà stato concordato su richiesta di Giorgio stesso, perché deve significare qualcosa. Se si eleva alla nona potenza un numero a due cifre, quanto sarà lungo? se la prima cifra è 2, quanto? Se la prima è 5, quanto? se è 8? E' solo un esempio di un possibile approccio.
Un'altra potenza, non ricordo quale, era tale che l'ultima cifra della base si vedeva subito che era un due.
Insomma più che altro bisogna studiare sulla prima cifra; poi fare una gara è tutta un'altra cosa: mente sveglia, memoria, velocità di calcolo, ecc.
_________________

\text {     }ciao Immagine ciao
E' la somma che fa il totale (Totò)

delfo52
Livello 9
Livello 9
Messaggi: 1386
Iscritto il: mer mag 25, 2005 3:19 pm
Località: bologna

Re: Giorgio Dendi a Superbrain

Messaggio da delfo52 » mar dic 17, 2013 10:57 am

non ho ancora avuto il tempo di vedere l'esibizione di G.D.
Condivido lo scarso gradimento del genere di trasmissione, in particolare del tipo di conduzione. Ma non ho dubbi che la bravura di Giorgio si sarà fatta notare comunque.
Le neuroscienze hanno molto da dire sulle "abilità" matematiche del nostro cervello. Qualcosa ho scritto nel piccolo saggio che potete ritrovare nell'archivio di B5. In bibliografia ci sono alcuni spunti utili.
La cosa che sempre mi urta di più, è sentire persone colte e "istruite" che quasi si vantano di non capire e di non sapere nulla di matematica. Non ho mai visto, al contrario, un matematico affermare di non conoscere la grammatica, di ignorare Shakespeare, o l'Iliade... Magari davvero li ignorano, ma se ne vergognano!
Enrico

Giorgio Dendi
Nuovo utente
Nuovo utente
Messaggi: 6
Iscritto il: dom dic 30, 2007 9:00 pm
Località: Trieste
Contatta:

Re: Giorgio Dendi a Superbrain

Messaggio da Giorgio Dendi » mar dic 17, 2013 12:33 pm

Ciao a tutti.

Grazie a Ivana che ha divulgato con la sua passione di sempre la notizia della mia partecipazione. E grazie a tutti voi che avete seguito la mia gara, ricordando forse la nostra vecchia amicizia su queste pagine.
Il solito Pasquale l'ha presa in pieno, in quanto ha capito (forse devi solo un po' definire meglio, ma io direi che sei sulla buona strada) come funziona la mia gara.

Partiamo dall'inizio: se avete piacere vi racconto la storia di questa scommessa.
Ero stato interpellato l'anno scorso dalla redazione di Superbrain, e senza una proposta precisa li ho incontrati a Milano. Avrebbero avuto piacere di fare qualcosa sui quadrati magici. Bene, non c'è niente di meglio di Polone, il mio amico (è un grande scocciatore, con i suoi quadrati, ma anche un grande amico), che ti fa all'istante quadrati magici di qualunque formato, anche non seguendo il metodo solito che qualcuno conosce. Chiamo Polone al telefono e gli dico di correre a Milano l'indomani, che lo avrebbero visionato.
Ebbene, Polone è andato in tv, e si può vedere il film dal mio sito www.giorgiodendi.com , cliccando sul post del giorno 1 agosto 2013.
Alla fine gli hanno fatto fare una cosa che avrei potuto fare anche io. Con il vostro spirito matematico, potete capire facilmente come ha fatto a risolvere il problema posto, oppure potete leggere il mio commento su http://www.festamentis.org/2012/12/ .

Nel mio post di agosto citato prima, chiedevo se qualcuno avesse piacere a partecipare alla trasmissione di quest'anno. Ho segnalato io stesso due miei amichetti. Il padovano Riccardo di terza media, che io alleno in matematica da tre anni, è esperto di varianti del cubo di Rubik, e ne risolve in tempi da gara mi sembra 19 diverse (quello di lato 4, di lato 5, quello a tubo, piramide, tondo ecc ecc). La mia concittadina Giorgia di quinta elementare è la ragazzina che potete vedere qui http://www.digitaldocet.it/la-matematica-e-divertente e alla quale avevo insegnato a giocare con le potenze, insegnandole sempre le cose che scopriva da sola, quindi non era una gara inventata su un concorrente istruito ad hoc per la trasmissione.

Bene, accompagnando Giorgia e Riccardo vado a Milano, e mi propongono di fare una prova tipo Scarabeo: ecco 100 lettere miste, con le quali tu devi formare parole di almeno 5 lettere l’una, in modo che non avanzi nulla. Discutiamo un po’, e alla fine risolvo, però risistemando due delle parole precedentemente dette, cambiando qualche singolare in plurale o cose simili. In effetti loro per aiutarmi mi avevano messo tante vocali, mentre io pensavo che le lettere avessero la media solita, per cui alla fine mi sono trovato con un avanzo di vocali. In realtà ogni concorrente concorda bene i termini della scommessa, e per andare in onda si definisce con chiarezza, ad esempio, che ci saranno 45 vocali e 55 consonanti. Tra l’altro, io avevo iniziato trovando le parole SUPERBRAIN, ENDEMOL, PEREGO, per rendermi simpatico a chi vede la gara. Alla fine mi pare di aver capito che questa gara la farà qualche altro concorrente; parlando invece di potenze, abbiamo concordato per me circa quello che avete visto in trasmissione, dal momento che nell’edizione spagnola un giovane aveva fatto una gara simile.

Il concorrente spagnolo però calcolava potenze fino alla settima e non fino alla nona potenza, non sentiva il risultato ma lo vedeva scritto, aveva la metà dei miei anni e quindi aveva forse un po’ più di memoria di me, non aveva nessuno che gli tirasse dietro i coltelli. Effettivamente con i coltelli però potevo sperare di divertire di più il pubblico e quindi di attirare più voti su di me.

Ecco la storia della mia scommessa, come si è visto in tv. Siccome nell’edizione passata mi era sembrato che i due vincitori di puntata non avessero presentato una prova tanto forte nella finale, io avevo pronta anche una seconda prova, nel caso dovessi risultare vincitore di puntata: eseguire a mente i quadrati di numeri di 4 cifre (senza ruote e coltelli, questa volta). Con qualche errore ma con poco allenamento, ora riesco a risolvere il problema in meno di un minuto, ma ho fatto solo una decina o ventina di prove senza studiare la tavola dei quadrati in modo serio, quindi il tempo si può abbassare, credo. Ma visto che non mi hanno votato, non ha importanza.

Tutto qua. Mi ha fatto piacere riscrivere di nuovo sul caro vecchio sito di Base5 ove il mio corpo fanciulletto giacque. Mando un caro saluto all’amico Gianfranco (quando ci incontriamo di nuovo?) e a tutti.
Se avete piacere, fate un’escursione dalle mie parti, su www.giorgiodendi.com , dove ad esempio ogni settimana insegno a risolvere i giochi della Pagina della Sfinge con dei filmati.
Ciao ciao ciao.

Pasquale
Livello 11
Livello 11
Messaggi: 2351
Iscritto il: mer mag 25, 2005 1:14 am

Re: Giorgio Dendi a Superbrain

Messaggio da Pasquale » mar dic 17, 2013 1:34 pm

Grazie Giorgio per l'intervento e per i chiarimenti. E' un onore averti fra noi una volta ogni x^y.
Sei sempre un grande e soprattutto si vede che ti diverti; questo è lo spirito giusto per affrontare le cose; dico sempre ai musoni che per stare bene bisogna cantare, ballare, fischiare, ecc., che non è diverso dal fare una matematica dilettevole.
A proposito di matematica connessa ai quattrini, hai qualche suggerimento da darci in questo tempo di crisi? :D
Anche per te ho riservato questo regalino che sto distribuendo in questo periodo a tutte le persone simpatiche, come tutti i Basecinquini che possono approfittarne:

https://www.youtube.com/watch?v=eurXd9r ... CD6D8C4BCA

Complimenti a Enrico che come al solito è andato a segno, distribuendo le sue pillole.....di saggezza.....e comunque non è che gli antimatematici conoscano tutto il resto, o che tutti sappiano fare di pittura, poesia, musica, canto, teatro, danza o arti in genere (le uniche, vere, superiori manifestazioni dello spirito e della mente umana........a mio modestissimo parere).

Buon natale e felice anno nuovo
_________________

\text {     }ciao Immagine ciao
E' la somma che fa il totale (Totò)

Ivana
Livello 7
Livello 7
Messaggi: 794
Iscritto il: dom nov 20, 2005 10:47 am
Contatta:

Re: Giorgio Dendi a Superbrain

Messaggio da Ivana » mar dic 17, 2013 3:57 pm

Per Giorgio
Grazie per questo tuo graditissimo ritorno! :D
Tra noi, non più giovanissimi, :D sicuramente ne sarebbe contento anche il nostro carissimo Peppe, che spero si faccia vivo al più presto…
Si sente anche la mancanza del nostro ingegnere Dino… :wink:
Come avevi scritto nel tuo blog il 6 dicembre 2013: “Al primo provino ho sbagliato alcune risposte; al secondo mi hanno visto più preparato, e questo ha indotto gli autori dei testi a voler inserire nella mia prova anche degli elementi di disturbo, che non mi sono stati svelati.
Credo di aver capito, quindi, perché hai usato, anche in trasmissione, le parole “tirare dietro coltelli”; probabilmente ti sei sentito come “pugnalato alle spalle”… :(
In effetti, lo stress a cui sei stato sottoposto poteva deconcentrarti molto, tanto più che anche la ruota girevole contribuiva a un’ulteriore possibile deconcentrazione, invece sei riuscito a superare ugualmente la prova! Un possibile errore, durante la prova di Giorgio, era GIUSTAMENTE previsto e ammesso, proprio perché gli altri partecipanti hanno potuto, invece, usufruire della massima concentrazione senza che venisse introdotto alcun distrattore...

Per MarcoKrt
Quale libretto sulle potenze hai scritto? L’hai pubblicato? Ci puoi fornire dati precisi? Grazie

Per Pasquale
Personalmente avrei preferito, come conduttore, Carlo Conti perché, almeno, è ragioniere di formazione ed ex bancario :D e potevo sperare che non contribuisse a diffondere lo stereotipo della matematica noiosa e incomprensibile…

Per Enrico
Puoi mettere il link al tuo saggio inerente alle neuroscienze? Grazie
Immagine
"L'essenza della matematica è la libertà" (Georg Cantor)

delfo52
Livello 9
Livello 9
Messaggi: 1386
Iscritto il: mer mag 25, 2005 3:19 pm
Località: bologna

Re: Giorgio Dendi a Superbrain

Messaggio da delfo52 » mar dic 17, 2013 4:22 pm

Enrico

Ivana
Livello 7
Livello 7
Messaggi: 794
Iscritto il: dom nov 20, 2005 10:47 am
Contatta:

Re: Giorgio Dendi a Superbrain

Messaggio da Ivana » mer dic 18, 2013 3:33 pm

Grazie, leggerò appena mi sarà possibile... :D
Immagine
"L'essenza della matematica è la libertà" (Georg Cantor)

Ivana
Livello 7
Livello 7
Messaggi: 794
Iscritto il: dom nov 20, 2005 10:47 am
Contatta:

Re: Giorgio Dendi a Superbrain

Messaggio da Ivana » mer dic 18, 2013 4:28 pm

Enrico, ho letto volentieri il tuo saggio e mi sono venuti in mente alcuni aneddoti presenti nel libro "Personaggi e paradossi della matematica" dove viene sottolineato come E. Kummer, l'algebrista tedesco, nei calcoli chiedesse aiuto ai suoi studenti :-) ; pare che anche Isaac Newton fosse abituato a farsi fare i conti da altri... :D
Immagine
"L'essenza della matematica è la libertà" (Georg Cantor)

Rispondi