Calcolo probabilita'

Il forum di Base5, dove è possibile postare problemi, quiz, indovinelli, rompicapo, enigmi e quant'altro riguardi la matematica ricreativa e oltre.

Moderatori: Gianfranco, Bruno

Rispondi
Vitto077
Nuovo utente
Nuovo utente
Messaggi: 1
Iscritto il: mer apr 13, 2016 9:02 pm

Calcolo probabilita'

Messaggio da Vitto077 » mer apr 13, 2016 9:08 pm

Buongiorno a tutti.
Sono un nuovo utente e avrei un dubbio
Dunque ci sono 100 numeri in un'urna e se ne estraggono 3.
il primo estratto viene pagato 60 volte la puntata(ogni puntata può avere limite oppure no), il secondo 12 volte e il terzo 4 volte.
Da questi 3 numeri sorteggiati, a parte l estrazione singola, c'è l ambo che paga mille volte la puntata(su 4950 probabilità azzeccando 2 dei 3 numeri)


Detto questo quali sono le probabilità che rimangono "al banco" nei due sorteggi distinti?
È necessario impostare un eventuale limite di vendita su ciascuna giocata perché la riffa rimanga a favore del banco?
Quello che voglio capire è se il calcolo da fare è 1:100 nel caso dell estrazione singola(e 1:4950 in caso di ambo), e poi moltiplicare x le volte che paga la vincita(quindi 60 nel primo caso e 1000 nel secondo), e capire così la probabilità.
Oppure questa probabilità dipende anche da altre varianti tipo dall importo totale giocato per ogni estrazione che essa sia singola o ambo, e quindi dare un limite alle puntate in base alla vincita
Spero di essere stato abbastanza comprensibile.
Grazie in anticipo

delfo52
Livello 9
Livello 9
Messaggi: 1375
Iscritto il: mer mag 25, 2005 3:19 pm
Località: bologna

Re: Calcolo probabilita'

Messaggio da delfo52 » mer apr 13, 2016 10:58 pm

se non poni dei limiti, si entra nel problema dell'infinito!.
Ovviamente, se impostiamo il gioco tipo "riffa" da bar, con i numeri venduti ciascuno allo stesso prezzo, il banco alla lunga non può perdere.
Ma se l'estrazione avviene a tempo predefinito, e gli scommettitori possono giocare cifre variabili e magari puntare tutti su uno stesso numero, nel breve periodo il banco rischia.
Enrico

Rispondi