Calcoli

Il forum di Base5, dove è possibile postare problemi, quiz, indovinelli, rompicapo, enigmi e quant'altro riguardi la matematica ricreativa e oltre.

Moderatori: Gianfranco, Bruno

Rispondi

peppe
Livello 7
Livello 7
Messaggi: 840
Iscritto il: gio mag 26, 2005 1:41 pm
Località: Cirò Marina KR

Messaggio da peppe » sab dic 10, 2005 5:34 pm

Ho visitato il sito segnalato da "Biancaneve"?:veramente curioso.

Dopo gli interessanti quesiti inviati dai nanetti:

CUCCIOLO Inviato:Sab Dic 10, 2005 2:22 am
EOLO Inviato:Sab Dic 10, 2005 2:10 am
BRONTOLO Inviato: Sab Dic 10, 2005 2:01 am

deduco che seguiranno (per par condicio) quelli del resto della compagnia.
Attendo quindi di leggere i quesiti di:

MAMMOLO e PISOLO
ma soprattutto quelli di DOTTO e di
GONGOLO che sicuramente mi faranno... gongolare
:lol:
Ciao.
«Un uomo è come una frazione il cui numeratore è quello che è, e il cui denominatore quello che pensa di sé.
Più grande è il denominatore, minore la frazione.» Lev Nikolàevič Tolstòj(1828-1910).

peppe
Livello 7
Livello 7
Messaggi: 840
Iscritto il: gio mag 26, 2005 1:41 pm
Località: Cirò Marina KR

Messaggio da peppe » sab dic 10, 2005 7:22 pm

Accipicchia!!
Non si sono fatti certamente pregare DOTTO e GONGOLO.
Dopo il mio invito di Sab Dic 10, 2005 5:34 pm (praticamente circa 1h e 28 minuti fa),hanno risposto con i topic:

DOTTO: Tetraedri:Inviato: Sab Dic 10, 2005 6:52 pm
GONGOLO: Il rombo romba:Inviato: Sab Dic 10, 2005 7:02 pm


Considerato che siamo in un Forum,praticamente hanno risposto in tempo (quasi) reale.
Ma...esiste pure un tempo virtuale? Boh!? :cry:

Ciao...e grazie!!
«Un uomo è come una frazione il cui numeratore è quello che è, e il cui denominatore quello che pensa di sé.
Più grande è il denominatore, minore la frazione.» Lev Nikolàevič Tolstòj(1828-1910).

0-§
Livello 6
Livello 6
Messaggi: 454
Iscritto il: ven nov 18, 2005 10:33 pm
Località: Bologna

Messaggio da 0-§ » lun dic 12, 2005 7:36 pm

Sono tornato!
In virtù della mia non eccessiva altezza,credo di poter concorrere all'ambito ruolo di
ottavo nano,col nome di Mottolo(detto altresì "Il nano malefico" dai miei simpatici,e altissimi,compagni).
Ciao a tutti!
Lo scopo principale di una dichiarazione DATA è quello di dare dei nomi alle costanti; anziché inserire ogni volta 3.141592653589793 come valore di \pi, con una dichiarazione DATA si può assegnare tale valore alla variabile PI che può essere poi usata per indicare la costante. Ciò rende anche più semplice modificare il programma, qualora il valore di \pi dovesse cambiare.

-Da un vecchio manuale FORTRAN della Xerox

0-§
Livello 6
Livello 6
Messaggi: 454
Iscritto il: ven nov 18, 2005 10:33 pm
Località: Bologna

Messaggio da 0-§ » lun dic 12, 2005 7:42 pm

Sono tornato!
In virtù della mia non eccessiva altezza,credo di poter concorrere all'ambito ruolo di
ottavo nano,col nome di Mottolo(detto altresì "Il nano malefico" dai miei simpatici,e altissimi,compagni).
Ciao a tutti!
Lo scopo principale di una dichiarazione DATA è quello di dare dei nomi alle costanti; anziché inserire ogni volta 3.141592653589793 come valore di \pi, con una dichiarazione DATA si può assegnare tale valore alla variabile PI che può essere poi usata per indicare la costante. Ciò rende anche più semplice modificare il programma, qualora il valore di \pi dovesse cambiare.

-Da un vecchio manuale FORTRAN della Xerox

Rispondi